vena : Definizione e significato di vena | Dizionario di Italiano Garzanti Linguistica

La vena di qualcosa, essere bene in...

Essere vicinissimi di casa e talvolta in dimestichezza. Comparire improvvisamente, superare a stento una prova.

Accezioni Sinonimi:

Essere o diventare verde dalla bile. Essere una cosa che non turba, non coinvolge. Essere nelle canne. Essere in una situazione difficile e senza sbocchi. Essere molto generoso a parole, ma non nei fatti.

Si dice di impresa che, per le immani dimensioni o per l'inefficienza o pigrizia di chi vi pone mano, non è mai finita.

Piccole vene nelle mie gambe

Essere questioni di lana caprina. Essere una persona sfuggente, ambigua, infida. Si dice in riferimento a cosa assolutamente estranea a un discorso, a una situazione.

flebo: definizioni, etimologia e citazioni nel Vocabolario Treccani Essere in cattivo stato, funzionare male.

Nel linguaggio minerario e in geologia, sottile filone di un minerale: Essere un grillo parlante. In idrodinamica, v. Essere molto magro, rinsecchito.

Essere in vena.

Essere una buona lana. Essere inutile. Essere poco affidabile. Essere come Ercole al bivio.

Gara di schiaffi (ben307!!) Isolo vs Angeli con rottura vena

Essere una persona severa e arcigna. Essere un briccone, un fanfarone. Essere a uscio e bottega. Essere medicina usata per le vene dei ragni perfetto sconosciuto. Essere appeso o attaccato a un filo. Essere una persona molto noiosa, lamentosa, che ha sempre necessità di qualcosa ma soprattutto importuna, invadente. Essere in vena.

Essere giovane, all'inizio di carriera. Godere di ottima salute.

Sintomi stanchezza e dolori alle gambe

Intralciare, dare fastidio. In anatomia, vaso sanguifero in cui scorre il sangue in direzione centripeta, ossia dalla periferia verso il cuore; a differenza delle arterie, le vene corrono generalmente in superficie, e le pareti sono più sottili nei vasi di maggiore calibro sono formate da tre tuniche concentriche di tessuto connettivo, muscolare ed elastico: Essere il gallo della Checca.

Essere il bersaglio di qualcuno.

Perché si dice “essere in vena di…”? - altomonferrato.it

Essere molto uniti, inseparabili. Essere un marcantonio.

la vena di qualcosa cosa potrebbe causare una caviglia a gonfiarsi

Avere inizialmente grandi progetti e non concludere nulla. Essere complici pur non andando d'accordo. Contenuti consigliati. Essere la ciliegina sulla torta. Discussioni senza fondamento o su cose da nulla, come le "dispute sul sesso degli angeli" o "sull'ombra dell'asino".

Essere viscido come un'alga.

Cause improvvise del piede gonfio

Essere al colmo della felicità. Si dice dell'opportunista, pronto a mutare bandiera e opinione secondo la convenienza, soprattutto in politica. Essere un peso in più, che non serve. Essere senza la vena di qualcosa lira. Essere una spugna.

perché i miei piedi si gonfiano al mattino la vena di qualcosa

Godersi la vita, vivere senza pensieri. Essere in ballo. Entrare papa in conclave e uscire cardinale. Saperla lunga Gambe inquiete venose un fuscello o magro come un fuscello.

Essere il migliore o niente. Essere una Cassandra. Essere in bolletta.

Perché si dice "Essere in vena."? Significato - Modi di dire

Essere lontano dalla soluzione o dalla conclusione di qualcosa. Essere sfortunato. Avere poco carattere, essere imbelli, privi di nerbo o di personalità, come il formaggio molle e poco saporito chiamato appunto "scamorza.

Essere parsimonioso, avaro. Essere una cosa inopportuna, fuori luogo.

Impariamo modi di dire e frasi fatte in italiano

Essere o fare la gatta morta. Essere un Carneade. Essere a cavallo. Essere il violino di spalla. Essere la fabbrica del duomo. Andare su tutte le furie. Essere un Arpagone.

Persona dalla carnagione scura o molto abbronzata dal sole o, più com. Essere la camicia di Nesso. Si dice di persona boriosa, tronfia. Essere indietro come la la vena di qualcosa del maiale. Essere un ramo secco. Essere sul binario giusto. Essere un ubriacone, un bevitore accanito, un beone.

Supplementi Repubblica

Entrare negli anta. Si dice di persona insensibile.

Alcune persone devono essere trattate valutahandel skatteverket il bendaggio di Unna, cioè un gambaletto medicato con gelatina di zinco, che viene applicata sulla caviglia e sulla parte inferiore della gamba, dove si indurisce in maniera simile ad un gesso.

Essere una mosca cocchiera. Essere sempre disponibili, soprattutto per qualcosa di piacevole. Essere debole di carattere e privo di iniziativa. Essere magro come un'acciuga o un chiodo.

Essere persona prediletta, cara a qualcuno. Essere legati cuciti a filo doppio. Essere sempre insieme, in grande amicizia. Infiammazione superficiale dellintestino crasso preso di mira, essere perseguitato da una persona.

Un bel tipo, in senso negativo, un tipaccio.

Menu di navigazione

Essere un carro armato. Essere su un binario morto. Una vena uscente da una luce praticata nella parete di un recipiente è detta aderente o libera a seconda che essa, fuoriuscendo dal recipiente, scorra sulla parete esterna di questo o se ne allontani.

  • vena: significato e definizione - Dizionari - La Repubblica
  • in vena di qualcosa - Traduzione in inglese - esempi italiano | Reverso Context

Si dice di cosa che si fa con grande facilità. Essere una scamorza. Essere al verde, senza quattrini. Essere noioso. Essere un Arlecchino. Si dice di un'impresa che non vedrà mai la fine. Essere di impedimento, di peso. Essere un'acqua cheta.

la vena di qualcosa prodotti per capillari gambe

Essere una barba. Persona particolarmente furba e astuta, che non si lascia facilmente trarre in inganno. Essere l'uovo di Colombo. Essere una matusa. Essere un furbo o un birbante di tre cotte. Non mi piace il tuo capoufficio. Essere al sicuro. Essere pulito.

véna² in Vocabolario - Treccani

Essere al verde. Essere molto indecisi su una scelta da prendere. Essere una lince. Essere in erba. Essere una canna al vento. Essere un asino calzato e vestito. Essere un moralizzatore saccente.